La diagnosi di ADHD negli adulti

L’ADHD (Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività) è un disturbo neurologico che colpisce molte sfere di comportamento e si traduce in difficoltà di concentrazione, impulsività o difficoltà a interagire nella società. La sua prevalenza in Francia è stimata tra il 3 e il 5%, il bambino è in età scolare. Ma questa sindrome colpisce anche gli adulti. La diagnosi è spesso per loro un sollievo e la possibilità di poter finalmente mettere un nome su disturbi presenti per anni.

Adulti ADHD è spesso un genitore di un bambino ADHDAdulti ADHD è spesso un genitore di un bambino ADHD

“La valutazione per l’ADHD è stato suggerito da mio figlio psichiatra infantile. Ha trovato un comportamento simile a me … “Il caso delle Clarisse, 45, non è isolato. Molti adulti sono diagnosticati con la loro diagnosi ADHD e spesso si hanno più casi nella stessa parentela. Per molti ADHD adulti, questa diagnosi, anche se in ritardo, è spesso un sollievo: “Sapendo che io sono l’ADHD mi ha permesso di mettere un nome su comportamenti che ho sempre avuto . ”

Segni di ADHD negli Adulti

Segni d’infanzia non sono stati interpretati come tali, e questi adulti spesso di fronte a delle difficoltà in molti ambiti della vita quotidiana. L’ADHD non è una malattia ma è caratterizzato da un diverso modo di funzionamento.

– La mancanza di organizzazione

– La difficoltà di anticipare

– Difficoltà nella realizzazione di un progetto

– Proscrastination

-Amministrativo Fobia

– Impulsività e mancanza di diplomazia

– L’impazienza e la difficoltà a gestire la frustrazione

Ci sono altri segni e di ogni individuo con diagnosi di ADHD non introdurre tutti. Il “Deficit di Attenzione” e l’incapacità di concentrarsi ADHD sono spesso indicati, ma che in realtà hanno piuttosto una difficoltà a controllare il loro grado di attenzione e sono pienamente in grado di concentrarsi su un oggetto o un’attività Che stimola il loro interesse. Questi sintomi hanno un impatto sulla vita quotidiana, ma anche e soprattutto nelle relazioni con gli altri. Essi ottenere portato via rapidamente, diventano impazienti e a volte sono percepite come fastidiose agli occhi degli altri che non capiscono il loro modo di funzionare.

Fare una diagnosiFare una diagnosi

Molti adulti si domanda e consultare nel turno seguente la diagnosi del loro bambino. Altri, invece, si trova una prima risposta facendo una ricerca su internet e rendersi conto che non sono il solo a soffrire di questi problemi. Un approccio che li porterà ad avvicinarsi a un’associazione o di rivolgersi direttamente ad uno psichiatra o un neurologo. Un primo passo spesso vissuto con sollievo, come Clarisse ci dice: “Quando lo psichiatra proposti per la valutazione di me ho subito accettato, pensando che questo mi aiuterà a capire alcuni dei miei comportamenti . “Difficile, tuttavia, per questi pazienti accetta di non ottenere una risposta immediata. Ci vogliono diverse sedute e spesso molte settimane per una diagnosi.

Il primo appuntamento permette, in generale, una storia di disturbi del paziente, nell’infanzia e nell’età adulta, in modo da avere una precisa nozione clinica. Egli passa poi attraverso una serie di questionari e può essere sottoposto ad ulteriori test con uno psicologo, in particolare, la DIVA, che è la manutenzione predittiva del test per l’ADHD negli adulti. Alcuni pazienti possono anche avere disturbi associati ( disturbi d’ansia, disturbo bipolare , depressione, problemi di sonno) che deve essere valutato e gestito. Gli altri sono sottoposti a un test di intelligenza (come il test WAIS), non è insolito che le persone con un alto potenziale intellettuale anche disturbo da deficit di attenzione.

Cosa sono le cure per pazienti adulti ADHD

Solo il medico sarà in grado di determinare il livello di conseguenza della malattia sulla vita quotidiana e decidere sulla possibile creazione di un farmaco. Ci sono pochi studi clinici e la risposta terapeutica è bassa per adulti considerando che l’ADHD colpisce il 2-3% della popolazione francese. A differenza dei paesi Anglosassoni, dove è autorizzato, il trattamento con farmaci per l’ADHD non è in Francia. Il metilfenidato (Concerta, medikinet, quazym o Ritalin) è, generalmente, il trattamento di prima linea. Ma questi trattamenti sono raramente presi a lungo termine da parte dei pazienti e deve essere seguita in parallelo con una terapia. Ai pazienti un modo per imparare a ritrovare la fiducia in se stessi ma anche per la lotta contro la loro impulsività, attraverso programmi mirati a migliorare l’attenzione.Cosa sono le cure per pazienti adulti ADHD

Farmaco può essere utile, perché consentirà effetti della terapia di ancorare più facilmente in modo che i pazienti a conoscere se stessi e vivere con la loro malattia. Questo è stato il caso per Clarisse: “ho preso il Ritalin per un po’ poi ho smesso . Curiosamente, io vivo bene con il mio tdah. Con il tempo, ci si adegua, si impara a organizzare noi stessi, con i calendari, calendari o facendo le liste. Per gli adulti con ADHD, il processo di andare a vedere è principalmente sintomatico di un desiderio di essere ascoltato. Un primo fondamentale passo, prima del trattamento o la psicoterapia, e un modo per loro di sentire finalmente il loro posto.

Grazie all’Associazione HypersSuper ADHD Francia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *